Ufficio Rilascio Carte d'Identità

   

AVVISO ALL’UTENZA 
A seguito della entrata in vigore della legge di stabilità (L. 183/2011), dal 1° gennaio 2012 agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni ed ai privati gestori di pubblici servizi (art. 40, D.P.R. 445/2000). 
Pertanto a far data dal 1 Gennaio 2012, i cittadini, nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi, NON POTRANNO UTILIZZARE CERTIFICATI (che avranno valore giuridico solo se utilizzati nei rapporti con altri privati) e dovranno sottoscrivere dichiarazioni sostitutive di certificazioni o atti di notorietà. 
Questo comporta che per i certificati dell’anagrafe (residenza, stato di famiglia, contestuali, esistenza in vita, eccetera) è previsto in ogni caso il pagamento dell’imposta di bollo (art. 4 della tariffa alleg. A al D.P.R. 642/1972) e dei diritti di segreteria, ossia € 14,62 + € 0,52 per ciascun documento. 
L’autocertificazione ha lo stesso valore dei certificati (art. 46, D.P.R. 445) e non è necessaria la autenticazione della firma. 
 

 

La Carta di identità 

La Carta di Identità può essere richiesta dalle persone residenti nel Comune indipendentemente dalla loro età anagrafica così come stabilito dal Decreto Legge 13 maggio 2011, n. 70. 

Il suddetto decreto ha inoltre differenziato la durata della carta d'identità in base alla fascia di età. 

Le nuove validità temporali sono le seguenti: 
1) Validità tre anni per età fino a 3 (tre) anni; 
2) Validità cinque anni per età compresa fra 3 (tre) e 18 (diciotto) anni. 
3) Validità decennale oltre i 18 (diciotto) anni. 

Rilascio carta di identità 

Ai fini del rilascio della carta di identità ai minori valida per l'espatrio, è necessario l'assenso del genitori o di chi ne fa le veci oltre che, ai sensi dell'art. 1 del D.P.R. n° 649/1974 ("l'interessato che intenda giovarsi dell'equipollenza, prevista dalle norme in vigore, della carta di identità al passaporto, deve sottoscrivere, in sede di richiesta della carta di identità, dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative al rilascio del passaporto, di cui all'art. 3, lettere b) , c), d) , e), f) e g) della Legge 21 novembre 1967, n° 1185"), che il richiedente sottoscriva dichiarazione di assenza a suo carico di motivi ostativi all'espatrio. 

Tale assenso potrà essere trasmesso dagli interessati anche con le modalità di cui all'art. 38 comma 3° del D.P.R. 445/2000 (modalità di invio e sottoscrizione delle istanze). 
Il documento di identità dovrà riportare la firma del titolare che abbia già compiuto i 12 (dodici) anni di età, analogamente al passaporto, fermo restando l'omissione della stessa in tutti i casi di impossibilità a sottoscrivere. 
Le dette disposizioni si applicano anche alle carte di identità, non valide per l'espatrio, rilasciate ai cittadini stranieri. 

Si informa che: 
1. Per il minore di anni quattordici l'uso della carta di identità ai fini dell'espatrio è subordinata alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato - su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l'assenso o l'autorizzazione, convalidata dalla Questura o dalle Autorità Consolari- il nome della persona, dell'Ente o della Compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato, analogamente a quanto previsto per il c.d. lasciapassare ed il passaporto. 
2.Al fine di semplificare l'applicazione di tali disposizioni, in sede di controllo alle frontiere, i genitori del minare o di chi ne fa le veci, si dotino di documentazione idonea a comprovare lo titolarità della potestà sul minore (es. certificato di nascita con l'indicazione di maternità e paternità, dichiarazione di affido, ecc.). 
Per quanto riguarda i cittadini stranieri, la carta d'identità rilasciata ha validità sul solo territorio italiano. All'atto della richiesta devono essere presentati i seguenti documenti: permesso di soggiorno valido ovvero ricevute di richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno e passaporto in corso di validità. 

In caso di smarrimento o furto di carta d'identità valida, è necessario, per ottenere il duplicato, presentarsi allo sportello muniti della denuncia effettuata all'autorità di Pubblica Sicurezza e di altro documento di identità in corso di validità 

Il rinnovo può essere richiesto dal 180° giorno antecedente la scadenza del documento. 

Proroga della validità delle carte d'identità già emesse: 
in conformità al Decreto Legge 112 del 25 giugno 2008, la validità delle carte d'identità emesse a partire dal 26/06/2003 è prorogata di diritto per altri 5 anni. Possono essere prorogate le carte d'identità emesse dal Comune a partire dal giugno 2003. Il timbro di proroga potrà essere ottenuto presso tutti gli sportelli anagrafici. E' possibile farsi timbrare la proroga anche per i componenti del proprio nucleo familiare portando le loro carte d'identità in originale, e per le altre persone non familiari presentandosi con una delega sottoscritta dal titolare e con la sua carta d'identità in originale. 

 

 

Cosa occorre

Se valida solo per l’Italia
 
· 3 foto tessera recenti; 
· Un documento di riconoscimento valido o la vecchia carta d’identità in caso di rinnovo;
· Due testimoni muniti di documento di riconoscimento valido nel caso il richiedente ne sia privo.

Se valida anche per l’estero 
· 3 foto tessera recenti; 
· Un documento di riconoscimento valido o la vecchia carta d’identità in caso di rinnovo;
· Due testimoni muniti di documento di riconoscimento valido nel caso il richiedente ne sia privo.
· La presenza di entrambi i genitori per chi ha meno di 18 anni; 

Disabili
Il cittadino disabile che intende rinnovare la sua carta d’identità deve delegare un membro della famiglia che presenti all’ufficio anagrafe il certificato del suo medico curante. Tale certificato deve attestare che il paziente è affetto da disabilità. Una volta consegnato il certificato si provvederà a fissare un appuntamento (il martedì o il giovedì pomeriggio) con un ufficiale che si recherà direttamente a casa dell’interessato. 
 

 

 

Ubicazione Uffici:

Piazza Regina Elena n. 18

CAPO SETTORE

Rag. Gaspare Lupo
Responsabile: Campisi Michele,
Personale: Marziano Carla, Tiralongo Paola,  Tiralongo Paola,

Recapiti telefonici:

0931-583602

Fax:

0931-583618

Email:

anagrafe@comune.avola.sr.it
PEC: aire@pec.comune.avola.sr.it

Ricevimento Pubblico:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 08:00 alle 13:00 e Martedì e Giovedì dalle 15:30 alle 17:00

 
 

 

c
 
Il Comune Informa
 

 

Moduli Online

 

Regolamenti

 

Statuto

 
 
c

Banner

 

Banner

 
Banner
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Informazioni: Cookie Police | privacy | accessibilità | crediti - Sito realizzato dal COMUNE DI AVOLA - UFFICIO INFORMATICO SEZIONE WEB

Copyright © 2012 Città di Avola - P. IVA 00090570896 Info e Contatti - fax 0931583187 - mail: info@comune.avola.sr.it
All Rights Reserved.