......il Comune di Avola.....

 
 

EMERGENZA CORONAVIRUS

Per eventuali emergenze legate al CoronaVirus

chiama il numero dedicato del Comune di Avola

+39 340-6139714

 

 

Risultato immagini per modello autocertificazione spostamenti

 

>>>>> scarica il Modello di autodichiarazione in caso di spostamenti

 

 

Fase 2, Faq Dpcm: tutte le regole. Cosa si può fare e i divieti ...

 

Regione Siciliana

CORONAVIRUS

Ordinanza contingibile e urgente n°23 del 03.06.2020 - Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

scarica l'ordinanza

 

Regione Siciliana

CORONAVIRUS


Ordinanza contingibile e urgente n°22 del 02.06.2020
 - Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

scarica l'ordinanza

 

 

 

EMERGENZA COVID 19

AVVISO PUBBLICO

SI RENDE NOTO

Si comunica che a partire dal 14 maggio non possono più essere accolte domande di buoni spesa, in quanto le risorse statali ad oggi trasferite , sono state utilizzate per come previsto dal Governo Nazionale e per come approvato dal Consiglio dei ministri del 13 maggio, i nuclei in difficoltà, che ne hanno i requisiti, potranno accedere al reddito di emergenza, nelle forme e con le modalità che saranno stabilite sempre dal Governo Nazionale.

Pertanto, verranno evase entro la settimana le domande già prese in carico, dando priorità alle prime richieste ed ai nuclei particolarmente fragili con presenza di minori.

Nei prossimi giorni, inoltre, appena saranno definite le circolari sulle procedure, verrà pubblicato sul sito del Comune di Avola, l’avviso pubblico per l’assegnazione delle risorse regionali a valere sul Fondo Sociale Europeo per acquisto beni prima necessità.

 


EMERGENZA COVID 19

INTERVENTI URGENTI DI SOLIDARIETA’ALIMENTARE

AVVISO PUBBLICO

SI RENDE NOTO

 

Che i cittadini, in stato di bisogno, più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19, che si trovano in difficoltà a soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico, possono avanzare istanza per la fruizione delle misure di solidarietà alimentare previste dalle norme vigenti.

 

>>>>> scarica l'Avviso 

>>>>> scarica l'Istanza in pdf

>>>>> scarica l'Istanza Word

 

 

 

Comune di Avola

Ordinanza del Sindaco

 

Presa d'atto dell’Ordinanza Contingibile ed Urgente n. 21 del 17.05.2020 e del decreto legge 16 maggio 2020, n. 33.-

 

ordinanza n. 30 del 19-05-2020

Regione Siciliana

CORONAVIRUS

CIRCOLARE n.19 - Emergenza COVID-19 -  Chiarimenti a quesiti formulati in ordine all'applicazione delle disposizioni contenute nell'ordinanza n.21 del 17 maggio 2020

 

>>>>> scarica la Circolare

 

Regione Siciliana

CORONAVIRUS

CIRCOLARE n.18 - Emergenza COVID-19 -  Chiarimenti a quesiti formulati in ordine all'applicazione delle disposizioni contenute nell'ordinanza n.21 del 17 maggio 2020

 

>>>>> scarica la Circolare

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 21 dello 17.05.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 

17/05/2020

Il Presidente Conte ha firmato il Dpcm recante le misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio.

 

Dpcm 17 maggio 2020 (pdf testuale)

 

Allegati al Dpcm 17 maggio 2020

 

Regione Siciliana

CORONAVIRUS

CIRCOLARE n.12 - Emergenza COVID-19 - Chiarimenti in ordine all'ambito di applicazione della disposizione di cui all'art. 8, co. 1 dell'ordinanza n.18 del 30 aprile 2020, in materia di pesca sportiva.

 

>>>>> scarica la Circolare

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 20 dello 01.05.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 19 dello 01.05.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 18 dello 30.04.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 

26 aprile 2020 

 

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale. (20A02179) 

 

>>>> scarica il decreto

 

 

 

SOGGETTI IN ISOLAMENTO, PRECEDENZA PER I TAMPONI A CHI HA NECESSITA’ DI RIENTRARE AL LAVORO

Importanti indicazioni per i cittadini che hanno concluso la quarantena fiduciaria e che aspettano il tampone

I cittadini che si trovano in isolamento domiciliare fiduciario e sono in attesa della convocazione da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Siracusa per l’esecuzione del tampone in prossimità della scadenza della quarantena, nel caso in cui abbiano necessità di rientrare al lavoro, possono comunicare l’urgenza segnalandola all’indirizzo mail siracusacoronavirus@asp.sr.it.

Per chi non ha la possibilità di trasmettere una mail può telefonare ai numeri 0931 484056-484039 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18. Coloro che hanno il requisito avranno la precedenza.

Dal 2 aprile scorso l’Azienda ha avviato l’esecuzione dei tamponi ai soggetti in isolamento fiduciario attraverso la convocazione cronologica a scaglioni a partire dai rientrati in Sicilia dal 14 marzo 2020.

 

 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 

10 aprile 2020 

 

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale. (20A02179) 

 

>>>> scarica il decreto

(GU Serie Generale n.97 del 11-04-2020)

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 17 dello 18.04.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 16 dello 11.04.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 15 dello 08.04.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 14 dello 03.04.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n. 13 dello 01.04.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 

Coronavirus

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato in conferenza stampa di aver firmato il Dpcm che proroga fino al 13 aprile 2020 le misure fin qui adottate per il contenimento del contagio epidemiologico da Covid-19.

 

>>>>> DPCM 1 aprile 2020.pdf

 

 

AVVISO PUBBLICO

Vista l'ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020 relativa all'adozione di misure urgenti di protezione civile, con riferimento all'emergenza relativa al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

 

Visto l'art.2, comma 4, lettera a), il quale si stabilisce che il Comune può erogare buoni spesa da utilizzare per l'acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti nell'elenco pubblicato da ciascun comune nel proprio sito istituzionale;

 

RENDE NOTO

 

Che i titolari degli esercizi commerciali per la vendita di generi alimentari del territorio di Avola (SR) che intendono essere inclusi nel redigendo elenco, possono presentare istanza indirizzandola al Settore IX Servizi Sociali ai seguenti indirizzi:

 

email: servizi.sociali@comune.avola.sr.it  Pec: servizisociali@pec.comune.avola.sr.it

 

>>>>> scarica l'Avviso

 

 

 

 

Attività funzionalità essenziali escluse dal DPCM 22 marzo 2020: Comunicazione per le Imprese

Per le attività industriali/commerciali escluse dall’Allegato 1 del DCPM del 22 marzo 2020, ma con funzionalità essenziali per:

 

– filiere di cui all’Allegato 1 del DCPM del 22 marzo 2020;
– servizi di pubblica utilità;
– servizi essenziali;
– attività a ciclo produttivo continuo, dalla cui interruzione deriverebbe un grave pregiudizio all’impianto stesso o un pericolo di incidenti.

 

È possibile fare comunicazione (a mezzo PEC) allaPrefettura di Siracusa per il mantenimento in attività dell’impresa.

 

In allegato i modelli precompilati:

 

MODELLO d) – (filiere, pubblica utilità, essenziali)


MODELLO g) – (ciclo produttivo continuo)

 

 

AVVISO ALL’UTENZA - CORONAVIRUS N.11 -

 

Si aggiorna l’elenco delle formalità che beneficiano delle proroghe previste dagli artt. 92/4°, 103/1°, 103/2°, 103/3° e 104 del decreto-legge 18/2020.

 

Nella colonna “Scadenza corrente” è indicata, per ogni singola formalità individuata, la fascia temporale per la quale si può beneficiare della proroga fino alla data indicata nella colonna “Nuova scadenza”.

 

>>>>> scarica l'avviso

 

REGIONE SICILIANA

Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro Dipartimento Reg.le della Famiglia e delle Politiche Sociali

 

Emergenza COVID19 – Richiesta dati

 

>>>>> scarica l'avviso

 

 

Modalità di assistenza attuate dal Centro Antiviolenza Doride per la prestazione dei servizi nei confronti delle donne vittime di violenza domestica in seguito all’emergenza COVID19 sono le seguenti:

  • Assistenza telefonica al n. 3358434788.

  • Assistenza e accoglienza in videochiamata whatsApp ( tre operatrici + utente )

  • Assistenza tramite indirizzo Skype: centroantiviolenzadoride@virgilio.it

  • Assistenza tramite profilo facebook “Doride Avola” (con messaggio privato )

  • Assistenza tramite pagina Facebook “Doride Centro Antiviolenza Avola” (con messaggio privato )

Si comunica inoltre reperibilità telefonica tutti i giorni, anche festivi, dalle ore 16,30 alle 19,00 sempre al n. 3358434788.

L’indirizzo mail è sempre centroantiviolenzadoride@virgilio.it

 

 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

 

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute, Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

 

DECRETO-LEGGE 25 marzo 2020, n. 19

 

 

AVVISO PUBBLICO

Ordinanza del COC. n. 19 del 23-03-2020

 

 

 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

22 marzo 2020.

 

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale.

 

>>>>>> scarica il decreto

 

 

Ordinanza del

Ministro della Salute

in concerto con il

Ministro dell'Interno

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 

Regione Siciliana

Il Presidente

 

Ordinanza contingibile e urgente n. 7 del 20.03.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 
 

Regione Siciliana

Il Presidente

 

Ordinanza contingibile e urgente n°6 del 19.03.2020

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

 

Coronavirus

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19  sull'intero territorio nazionale.

 

 

>>>> scarica il DPCM 11 marzo 2020

 

 

 

Regione Siciliana
Il Presidente

 

Ordinanza contingibile e urgente n°5 del 12.03.2020

 

 

Decreto #IoRestoaCasa

domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

 

 

IN QUALI CASI POSSO SPOSTARMI DAL MIO PAESE?

  • Gli spostamenti potranno avvenire SOLO SE motivati da esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Tutto ciò sarà da attestare tramite auto-dichiarazione che potrà essere compilata anche seduta stante attraverso moduli forniti dalle Forze di Polizia.

 

La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista dall'art. 650 del codice penale.

 


SPOSTAMENTI

 

1 Cosa si intende per “evitare ogni spostamento delle persone fisiche”? Ci sono dei divieti? Si può uscire per andare al lavoro? Chi è sottoposto alla misura della quarantena, si può spostare?

Si deve evitare di uscire di casa. Si può uscire per andare al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali. Si deve comunque essere in grado di provarlo, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali. La veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e la non veridicità costituisce reato. È comunque consigliato lavorare a distanza, ove possibile, o prendere ferie o congedi. Senza una valida ragione, è richiesto e necessario restare a casa, per il bene di tutti. È previsto anche il “divieto assoluto” di uscire da casa per chi è sottoposto a quarantena o risulti positivo al virus.

 

2 Se abito in un comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”?

Sì, è uno spostamento giustificato per esigenze lavorative.

 

3 Ci sono limitazioni negli spostamenti per chi ha sintomi da infezione respiratoria e febbre superiore a 37,5?

In questo caso si raccomanda fortemente di rimanere a casa, contattare il proprio medico e limitare al massimo il contatto con altre persone.

 

4 Cosa significa “comprovate esigenze lavorative”? I lavoratori autonomi come faranno a dimostrare le “comprovate esigenze lavorative”?

È sempre possibile uscire per andare al lavoro, anche se è consigliato lavorare a distanza, ove possibile, o prendere ferie o congedi. “Comprovate” significa che si deve essere in grado     di     dimostrare     che     si     sta     andando      (o     tornando)     al     lavoro,     anche     tramit l’autodichiarazione vincolante di cui alla FAQ n. 1 o con ogni altro mezzo di prova , la cui non veridicità costituisce reato. In caso di controllo, si dovrà dichiarare la propria necessità lavorativa. Sarà cura poi delle Autorità verificare la veridicità della dichiarazione resa con l’adozione delle conseguenti sanzioni in caso di false dichiarazioni.

 

5 Come si devono comportare i transfrontalieri?

I transfrontalieri potranno entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo (vedi faq precedente).

 

6 Ci saranno posti di blocco per controllare il rispetto della misura?

Ci saranno controlli. In presenza di regole uniformi sull’intero territorio nazionale, non ci saranno posti di blocco fissi per impedire alle persone di muoversi. La Polizia municipale e le forze di polizia, nell’ambito della loro ordinaria attività di controllo del territorio, vigileranno sull’osservanza delle regole.

 

7 Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza potrà rientrarvi?

Sì, chiunque ha diritto a rientrare presso il proprio domicilio, abitazione o residenza, fermo restando che poi si potrà spostare solo per esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

 

8 È possibile uscire per andare ad acquistare generi alimentari? I generi alimentari saranno sempre disponibili?

Sì, si potrà sempre uscire per acquistare generi alimentari e non c’è alcuna necessità di accaparrarseli ora perché saranno sempre disponibili.

 

9 È consentito fare attività motoria?

Sì, l’attività motoria all’aperto è consentita purché non in gruppo.

 

10 Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari?

Si, ma solo in caso di stretta necessità (acquisto di beni necessari, come ad esempio le lampadine che si sono fulminate in casa).

 

11 Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti?

Sì,   è   una   condizione   di   necessità.   Ricordate   però   che   gli   anziani   sono   le   persone   più
vulnerabili    e        quindi     cercate     di        proteggerle       dai     contatti     il     più        possibile.

 


TRASPORTI

 

1 Sono previste limitazioni per il transito delle merci?

No, nessuna limitazione. Tutte le merci (quindi non solo quelle di prima necessità) possono essere trasportate sul territorio nazionale. Il trasporto delle merci è considerato come un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può spostarsi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.

 

2 I corrieri merci possono circolare?

Sì, possono circolare.

 

3 Sono un autotrasportatore. Sono previste limitazioni alla mia attività lavorativa?

No, non sono previste limitazioni al transito e all’attività di carico e scarico delle merci.

 

4 Esistono limitazioni per il trasporto pubblico non di linea?

No. Non esistono limitazioni per il trasporto pubblico non di linea. Il servizio taxi e di ncc non ha alcuna limitazione in quanto l’attività svolta    è considerata esigenza lavorativa.

 


UFFICI E DIPENDENTI PUBBLICI

 

1 Gli uffici pubblici rimangono aperti?

Sì, su tutto il territorio nazionale. L’attività amministrativa è svolta regolarmente. In ogni caso quasi tutti i servizi sono fruibili on line. E’ prevista comunque la sospensione delle attività didattiche e formative in presenza di scuole, nidi, musei, biblioteche.

 

2 Il decreto dispone per addetti, utenti e visitatori degli uffici delle pubbliche amministrazioni, sull’intero territorio nazionale, la messa a disposizione di soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani. Nel caso di difficoltà di approvvigionamento di tali soluzioni e conseguente loro indisponibilità temporanea, gli uffici devono rimanere comunque aperti?

Gli uffici devono rimanere comunque aperti. La presenza di soluzioni disinfettanti è una misura di ulteriore precauzione ma la loro temporanea indisponibilità non giustifica la chiusura dell’ufficio, ponendo in atto tutte le misure necessarie per reperirle.

 

3 Il dipendente pubblico che ha sintomi febbrili è in regime di malattia ordinaria o ricade nel disposto del decreto-legge per cui non vengono decurtati i giorni di malattia?

Rientra nel regime di malattia ordinaria. Qualora fosse successivamente accertato che si tratta di un soggetto che rientra nella misura della quarantena o infetto da COVID-19, non si applicherebbe la decurtazione.

 

4 Sono un dipendente pubblico e vorrei lavorare in smart working. Che strumenti ho?

Le nuove misure incentivano il ricorso allo smart working, semplificandone l’accesso. Compete al datore di lavoro individuare le modalità organizzative che consentano di riconoscere lo smart working al maggior numero possibile di dipendenti. Il dipendente potrà presentare un’istanza che sarà accolta sulla base delle modalità organizzative previste.

 


PUBBLICI ESERCIZI

 

1 Bar e ristoranti possono aprire regolarmente?

È consentita l’attività  di ristorazione e bar dalle 6.00 alle 18.00, con obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza

di    sicurezza     interpersonale     di     almeno     un     metro,     con     sanzione     della     sospensione dell’attività in caso di violazione.

 

2 Si potranno comunque effettuare consegne a domicilio di cibi e bevande?

Il limite orario dalle 6.00 alle 18.00 è riferito solo all’apertura al pubblico. L’attività può comunque proseguire negli orari di chiusura al pubblico mediante consegne a domicilio. Sarà cura di chi organizza l’attività di consegna a domicilio – lo stesso esercente ovvero una cosiddetta piattaforma – evitare che il momento della consegna preveda contatti personali.

 

3 Sono gestore di un pub. Posso continuare ad esercitare la mia attività?

Il divieto previsto dal DPCM riguarda lo svolgimento nei pub di ogni attività diversa dalla somministrazione di cibi e bevande. È possibile quindi continuare a somministrare cibo e bevande nei pub, sospendendo attività ludiche ed eventi aggregativi (come per esempio la musica dal vivo, proiezioni su schermi o altro), nel rispetto delle limitazioni orarie già previste per le attività di bar e ristoranti (dalle 6.00 alle 18.00) e, comunque, con l’obbligo di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

 

4 Cosa è previsto per teatri, cinema, musei, archivi, biblioteche e altri luoghi della cultura?

Ne è prevista la chiusura al pubblico su tutto il territorio nazionale.

 


SCUOLA

 

1 Cosa prevede il decreto per le scuole?

Nel periodo sino al 3 aprile 2020, è sospesa la frequenza delle scuole di ogni ordine e grado. Resta la possibilità di svolgimento di attività didattiche a distanza, tenendo conto, in particolare, delle specifiche esigenze degli studenti con disabilità.

 


UNIVERSITÀ

 

1 Cosa prevede il decreto per le università?

Nel periodo sino al 3 aprile 2020, è sospesa la frequenza delle attività di formazione superiore, comprese le università e le istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani. Resta la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza, tenendo conto, in particolare, delle specifiche esigenze degli studenti con disabilità. Non è sospesa l’attività di ricerca.

 

2 Si possono tenere le sessioni d’esame e le sedute di laurea?

Sì, potranno essere svolti ricorrendo in via prioritaria alle modalità a distanza o comunque adottando le precauzioni di natura igienico sanitaria ed organizzative indicate dal dpcm del 4 marzo; nel caso di esami e sedute di laurea a distanza, dovranno comunque essere assicurate le misure necessarie a garantire la prescritta pubblicità.

 

3 Si possono tenere il ricevimento degli studenti e le altre attività?

Sì. Corsi di dottorato, ricevimento studenti, test di immatricolazione, partecipazione a laboratori, etc., potranno essere erogati nel rispetto delle misure precauzionali igienico sanitarie, ricorrendo in via prioritaria alle modalità a distanza. Anche in questo caso particolare attenzione dovrà essere data agli studenti con disabilità.

 

4 Cosa si prevede per i corsi per le specializzazioni mediche?

Dalla sospensione sono esclusi i corsi post universitari connessi con l’esercizio delle professioni sanitarie, inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, e le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie e medica. Non è sospesa l’attività di ricerca.

 

5 Cosa succede a chi è in Erasmus?

Per quanto riguarda i progetti Erasmus+, occorre riferirsi alle indicazioni delle competenti Istituzioni europee, assicurando, comunque, ai partecipanti ogni informazione utile.

 


CERIMONIE ED EVENTI

 

1 Cosa prevede il decreto su cerimonie, eventi e spettacoli?

Su tutto il territorio nazionale sono sospese tutte le manifestazioni organizzate nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico (quali, a titolo d’esempio, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati).

 

2 Si può andare in chiesa o negli altri luoghi di culto? Si possono celebrare messe o altri riti religiosi?

Fino al 3 aprile sono sospese su tutto il territorio nazionale tutte le cerimonie civili e religiose, compresi i funerali. Pertanto è sospesa anche la celebrazione della messa e degli altri riti religiosi, come la preghiera del venerdì mattina per la religione islamica. Sono consentiti l’apertura e l’accesso ai luoghi di culto, purché si evitino assembramenti e si assicuri la distanza tra i frequentatori non inferiore a un metro.

 


TURISMO

 

1 Cosa prevede il decreto per gli spostamenti per turismo?

Sull’intero territorio nazionale gli spostamenti per motivi di turismo sono assolutamente da evitare. I turisti italiani e stranieri che già si trovano in vacanza debbono limitare gli spostamenti a quelli necessari per rientrare nei propri luoghi di residenza, abitazione o domicilio.

Poiché gli aeroporti e le stazioni ferroviarie rimangono aperti, i turisti potranno recarvisi per prendere l'aereo o il treno e fare rientro nelle proprie case. Si raccomanda di verificare lo stato dei voli e dei mezzi di trasporto pubblico nei siti delle compagnie di trasporto terrestre, marittimo e aereo.

 

2 Come trova applicazione la limitazione relativa alle attività di somministrazione e bar, alle strutture turistico ricettive?

Le strutture ricettive possono svolgere attività di somministrazione e bar anche nella fascia oraria dalle ore 18 alle ore 6, esclusivamente in favore dei propri clienti e nel rispetto di tutte le precauzioni di sicurezza di cui al dpcm dell’8 marzo.

 

3 Come si deve comportare la struttura turistico ricettiva rispetto ad un cliente? Deve verificare le ragioni del suo viaggio?

Non compete alla struttura turistico ricettiva la verifica della  sussistenza  dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche.

 


AGRICOLTURA

 

1 Sono previste limitazioni per il trasporto di animali vivi, alimenti per animali e di prodotti agroalimentari e della pesca?

No, non sono previste limitazioni.
 

2 Se sono un imprenditore agricolo, un lavoratore agricolo, anche stagionale, sono previste limitazioni alla mia attività lavorativa?

No, non sono previste limitazioni.

 


 
 
 

 

CORONAVIRUS IN SICILIA  - ECCO COSA FARE

Troppe notizie da fonti non ufficiali, false o inutilmente allarmanti, girano sui social a proposito del nuovo Coronavirus.
 

Se vuoi risposte, basate su evidenza scientifica, questa pagina serve a fare chiarezza.
 

E’ importante sapere che l’80-90% della popolazione colpita dal virus non ha bisogno di cure particolari, mentre il 4% necessita di ricovero. Per evitare il sovraffollamento degli ospedali seguite le raccomandazioni riportate in questa pagina, per prevenire la diffusione del virus.

 

 

 

 

 

«Chi sbarca in Sicilia, con qualsiasi mezzo, provenendo dalle zone rosse del Nord, ha il dovere di informare il medico di base e porsi in autoisolamento».

 

Lo impone l’ordinanza n.3 del 08/03/2020 firmata dal presidente della Regione Siciliana

...La mancata osservanza degli obblighi sopra previsti comporterà le conseguenze sanzionatorie previste dall’art.650 del codice penale...

 

 

 

 

 

AVVISO PUBBLICO

Ordinanza del COC n. 11 del 09/03/2020

 

AVVISO PUBBLICO

Ordinanza del COC. n. 9 del 08-03-2020

 
 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n°4 del 08.03.2020

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

 

>>>>> scarica l'ordinanza

 

Regione Siciliana

Il Presidente

Ordinanza contingibile e urgente n°3 del 08.03.2020

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

 

>>>>> scarica l'ordinanza

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19  sull'intero territorio nazionale.

 

 

>>>> scarica il DPCM 8 marzo 2020

 

 

AVVISO PUBBLICO

Coronavirus, firmato il Dpcm 4 marzo 2020

>>>>> scarica il DPCM 4 MARZO 2020

 

AVVISO PUBBLICO

Ordinanza del COC. n. 8 del 05-03-2020

 

Misure operative di protezione civile per la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID -19

Modelli d'intervento

// modello si basa sulla definizione della catena di comando e controllo, del flusso delle comunicazioni e delle procedure da attivare in relazione allo stato emergenziale determinato dal diffondersi del virus COVID -19.

 

>>>> scarica il DPC misure operative PC 03.03.2020

 

Circolare Ministero Interno 03.03.2020

Polmonite da corona virus (COVID-19)

>>>>> scarica la circolare

 

CIRCOLARE N. 1/2020

Misure incentivanti per il ricorso a modalità flessibili di svolgimento della prestazione lavorativa.

 

>>>> scarica la Circolare_1_2020

 

DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

Misure operative di protezione civile per la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID -19

>>>>> scarica DPC misure operative PC 03.03.2020

 

 

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE
NUOVO CORONAVIRUS, BUONE REGOLE DI PREVENZIONE

 

Chiunque abbia fatto ingresso in Italia negli ultimi 14 giorni dopo avere soggiornato in zone a rischio epidemiologico, ovvero nei Comuni italiani ove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus, deve informare subito il Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda sanitaria provinciale di Siracusa al numero

0931 484980
 

In caso di difficoltà può anche contattare il numero verde regionale per le Emergenze (a cura del Dipartimento della Protezione Civile)

800458787
 

Per qualsiasi dubbio non recarsi al Pronto soccorso, contattare il medico di famiglia o chiamare il numero unico dell'Emergenza

112
 

In ogni caso seguire le indicazioni comportamentali indicate dal Ministero della Salute.  Se si ha febbre, tosse o difficoltà respiratorie e si è di ritorno dalle zone dei focolai da meno di 14 giorni, non recarsi al Pronto soccorso ma consultare telefonicamente il medico di famiglia o il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Siracusa

Per avere informazioni aggiornate sulle zone a rischio e sul coronavirus visita il sito del Ministero della Salute o della Regione Siciliana o chiama il numero di pubblica utilità:
 

1500


I DIECI COMPORTAMENTI DA SEGUIRE DEL MINISTERO DELLA SALUTE

1. Lavati spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica
2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
4. Copriti bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci. Se non
hai un fazzoletto usa la piega del gomito
5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici senza la prescrizione del medico
6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o se assisti persone malate
8. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus
10.In caso di dubbi non recarti al Pronto Soccorso, chiama il tuo medico di famiglia e
segui le sue indicazioni

 
 

COMUNICATO STAMPA

PREFETTURA DI SIRACUSA

 

CORONAVIRUS: GIÀ ATTUATE ANCHE A SIRACUSA LE MISURE NAZIONALI E REGIONALI DI PREVENZIONE E CONTENIMENTO VERTICE IN PREFETTURA

 

Nella mattinata del 28 febbraio 2020, si è svolta una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, cui - oltre ai vertici delle Forze di polizia - hanno preso parte i Sindaci dei Comuni della provincia, il Direttore Generale dell’ASP di Siracusa e il Dirigente del Servizio Rischi Antropico e Ambientale del Dipartimento Regionale della Protezione Civile. Nel corso dell’incontro, il Direttore generale dell’ASP ha illustrato l’organizzazione dei presidi sanitari in funzione delle direttive del Ministero della Salute e dell’Assessorato regionale della Salute, richiamando il decalogo recante le regole di comportamento utili a prevenire la diffusione del virus,reperibile sui siti istituzionali. Ha, altresì, ricordato che sono attivi per la circostanza: il numero di pubblica utilità 1500, il numero verde regionale 800458787 e il 112.

Dalla settimana prossima, l’ASP di Siracusa attiverà un numero dedicato di cui sarà data ampia diffusione. Il rappresentante del Dipartimento Regionale della Protezione Civile, dopo aver sintetizzato le diverse disposizioni normative intervenute, ha sottolineato l’importanza del coordinamento interistituzionale e dello scambio informativo che ha anche trovato formale compiutezza con la costituzione di un’apposita unità presso la Presidenza della Regione Siciliana in base all’art. 1 dell’Ordinanza n. 2 del 26.2.2020 del Presidente, On.le Nello Musumeci.

I Sindaci, nel rappresentare le preoccupazioni loro prospettate nei giorni scorsi dai cittadini, hanno al contempo posto l’accento sulla complessiva risposta positiva delle comunità, condividendo la necessità di veicolare sempre più capillarmente le informazioni delle autorità competenti, pure al fine di contrastare le fake news suscettibili di generare ingiustificati allarmismi.

A tal proposito, il Prefetto ha ricordato che il Ministero dell’Interno ha invitato i cittadini a non condividere eventuali messaggi di allarme ricevuti e di segnalarli tramite il sito della Polizia postale e delle comunicazioni commissariatodips.it.

A conclusione, il Prefetto, d.ssa Giusi Scaduto, ha ringraziato i presenti per la grande prova di collaborazione istituzionale sin qui assicurata e confermato ogni utile supporto, anche delle Forze dell’ordine per la parte di competenza, ai fini dell’attuazione delle misure che dovessero essere individuate dalle autorità sanitarie e di igiene pubblica.

 

F.to IL PREFETTO (Scaduto)

 

>>>> SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

 

 

AVVISO PUBBLICO 

IL SINDACO

 

Visti:

  1. La nota operativa coordinata, Dipartimento della Protezione Civile e A.N.C.I., n.1, Prot. n. 35/SIPRICS/AR/2020 del 25.02.2020, avente per oggetto "Emergenza Coronavirus COVID-19" con la quale si indica, quale misura precauzionale, l'attivazione del COC per i Comuni oltre i 20.000 abitanti, che includano la presenza della FUNZIONE ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE e della FUNZIONE SANITÀ, allo scopo di condividere tutte le informazioni utili verso i cittadini per adottare i comportamenti adeguati anche attraverso la metodologia indicata dalla Direttiva del 3 dicembre 2008.

  2. Il Piano Comunale di Protezione Civile approvato giusta Deliberazione del Consiglio Comunale n. l15 dell' 11.12.2009.

  3. Il Regolamento Comunale di Protezione Civile Approvato giusta Deliberazione del Consiglio Comunale n.22 del 29.08.2002.

  4. La vigente normativa in materia.
    riconosciuta la propria competenza

DISPONE

 

A.   L'attivazione del COC del Comune di Avola per le seguenti funzioni, soggette a modifica se il
caso dovesse prescriverlo:

        a.   FUNZIONE ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE

        b.   FUNZIONE SANITÀ

        c.   FUNZIONE VOLONTARIATO

        d.   FUNZIONE STRUTTURE OPERATIVE LOCALI

B.   di individuare con proprio provvedimento le figure, ed i relativi sostituti, afferenti alle funzioni
di supporto di cui al punto A) qualora mancanti o non previste in organico.

C.   di rendere il presente provvedimento immediatamente esecutivo dalla data in cui viene siglato.

D.   di  dare mandato  agli Uffici  e  Servizi  Comunali per tutti  gli  afferenti  provvedimenti
(propedeutici e consequenziali) l'attività del COC.

 

>>>>>> scarica L'ordinanza n. 7 del 26-02-2020

 

 

 

Risultato immagini per regione sicilia

Regione Siciliana

Il Presidente

 

Ordinanza Contingibile e Urgente n°l

Misure per la prevenzione, e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica,

 

>>>> Scarica l'Ordinanza

 

 

>>>>> Scarica la Nota Operativa

 
 

DIRETTIVA N. 1 /2020

Prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di cui all'articolo 1 del decreto-legge n. 6 del 2020.

 

>>>>>> scarica la Direttiva n. 1/2020

 
 
 
 
 
 
c
 
Il Comune Informa

Moduli Online

 

Canoni e Tariffe
 

Regolamenti

 

Statuto

 
 
c

Banner

 

Banner

 
Banner
 
 
 

Informazioni: privacy | accessibilità | crediti - Sito realizzato dal COMUNE DI AVOLA - UFFICIO INFORMATICO SEZIONE WEB

Copyright © 2012 Città di Avola - P. IVA 00090570896 Info e Contatti - fax 0931583187 - mail: info@comune.avola.sr.it.
All Rights Reserved.